FarmacologiaNews.net


News

Duloxetina nel trattamento del disturbo depressivo maggiore, neuropatia diabetica, ed incontinenza da stress

Nel trattamento del disturbo depressivo maggiore e la neuropatia diabetica, la Duloxetina è commercializzata con il marchio Cymbalta, mentre nel trattamento dell’incontinenza urinaria da stress come Yentreve

I più comuni eventi avversi di Cymbalta e Yentreve comprendono: riduzione dell’appetito, insonnia o disturbi del sonno, ansia, agitazione, ridotto desiderio sessuale ed altri disturbi sessuali, cefalea, capogiri, tremori, parestesia, dolore muscolare o rigidità muscolare, nervosismo, spossatezza, visione offuscata, palpitazioni, nausea, secchezza delle fauci, costipazione, diarrea, vomito, indigestione, danni epatici di breve periodo, disturbi urinari e sudorazione

Fino al 6 agosto 2007, sono stati segnalati all’MHRA ( Medicines and Healthcare products Regulatory Agency ) 1632 eventi avversi

Gli effetti indesiderati più comunemente riportati sono stati: nausea ( 117 segnalazioni ), capogiri ( 69 ), cefalea ( 51 ), vomito ( 48 ), diarrea ( 41 ), tremore ( 35 ), senso di affaticamento ( 33 ), sudorazione eccessiva ( 32 ), sonnolenza ( 28 ), secchezza delle fauci ( 27 ), ideazione suicidaria ( 27 ), malessere ( 26 ), anoressia ( 25 ), visione offuscata ( 25 ), sindrome da astensione da farmaco ( 23 ), costipazione ( 20 ), ritenzione urinaria ( 20 ) e ansia ( 18 )

Tuttavia, le segnalazioni spontanee hanno dei limiti; ad esempio, alcune segnalazioni possono presentare un’informazione incompleta e le segnalazioni non possono essere impiegate per determinare l’incidenza di una particolare reazione avversa per un dato farmaco

Riguardo alla Duloxetina è importante ricordare che:

a) Comportamento suicidario ed ideazione suicidaria sono stati associati nel corso del trattamento e dopo la sospensione, alla Duloxetina. I pazienti trattati con Duloxetina devono essere sottoposti a monitoraggio per segni di depressione, agitazione o pensieri suicidari;

b) L’efficacia e la sicurezza della Duloxetina non sono state valutate nei bambini e negli adolescenti. Pertanto la Duloxetina non deve essere prescritta nei soggetti di età inferiore ai 18 anni;

c) Le donne che sono in stato di gravidanza o che stanno allattando non devono assumere la Duloxetina;

d) Per minimizzare le reazioni da sospensione i pazienti devono interrompere il trattamento con Duloxetina mediante una graduale riduzione della dose nell’arco di 1-2 settimane;

e) L a Duloxetina non deve essere prescritta ai pazienti che presentano alterazione della funzione epatica o malattia epatica;

f) La Duloxetina può aumentare la pressione sanguigna in alcuni pazienti, e non dovrebbe essere prescritta ai pazienti con pressione sanguigna non controllata. La Duloxetina deve essere prescritta con cautela nei soggetti con pressione alta o malattie cardiache
In questi pazienti, la pressione sanguigna dovrebbe essere monitorata, soprattutto all’inizio del trattamento. ( Xagena )

Fonte: MHRA, 2007