FarmacologiaNews.net


News

Guerra chimica: i gas nervini

Il primo caso di guerra chimica avvenne durante la Prima Guerra Mondiale, ma lo sviluppo dei gas nervini avvenne negli anni 30 e dopo la Seconda Guerra Mondiale a partire dal 1950 e durò circa 20 anni....Leggi l'articolo

Lo strano caso Lipobay .... troppo clamore

E’ strano il clamore seguito al ritiro della Cerivastatina, un farmaco che riduce i livelli di colesterolo, e ci si chiede il perché.E’ sospetto l’accanimento dei giornali e della televisione contro un farmaco che veniva assunto da più di 6 milioni di persone, in molti casi già colpite da un primo infarto miocardico, e pertanto pazienti ad alto rischio....Leggi l'articolo

Quale statina presenta il minor rischio di rabdomiolisi?

Il caso Cerevastina ha scosso un mercato quello dei farmaci che abbassano il colesterolo a grande espansione. Non esistono studi di confronto, ma si è visto che questa sindrome, anche fatale, si presenta maggiormente quando la statina è associata ad una sostanza che inibisce l’isoenzima CYP3A4, isoenzima appartenente al complesso P450....Leggi l'articolo

Le statine sono sicure?

Non solo la Cerivastatina può dare rabdomiolisi , questa grave reazione avversa si presenta anche con le altre statine.L’introduzione in terapia delle statine, note anche come inibitori dell’HMG-CoA riduttasi, hanno rivoluzionato il trattamento delle dislipidemie, riducendo il rischio di malattia cardiovascolare....Leggi l'articolo

Sibutramina, un farmaco anti-obesità da usare con precauzione

La Sibutramina, nota anche con i nomi commerciali di Meridia e Reductil, è un inibitore del reuptake della serotonina e della norepinefrina.
Trova indicazione nel trattamento dei pazienti con iniziali indici di massa corporea superiore o uguale a 30 kg/m2 e superiore o uguale a 27 kg/m2 in presenza di altri fattori di rischio, come il diabete, dislipidemia....Leggi l'articolo

Malattie dei viaggiatori: l’epatite A

L’epatite A è una malattia particolarmente endemica nei Paesi in via di sviluppo, quali i Paesi africani, asiatici, e dell’ America Latina. Nella sua forma acuta l’epatite A si manifesta in tre fasi:
1) la fase di incubazione, di circa 15-30 giorni;2) la fase prodromica, di durata una settimana, caratterizzata da stanchezza, inappetenza, diarrea e febbre;3) la fase itterica o colestatica, che può durare anche 6-9 mesi, in cui il soggetto presenta una particolare colorazione giallastra della pelle degli occhi....Leggi l'articolo